Regione Veneto

Assistenza economica straordinaria per spese di prima necessità

Ultima modifica 8 maggio 2018

IL SERVIZIO È RIVOLTO A

Persone singole o nuclei familiari residenti o normalmente presenti nel Comune di Bussolengo, che non dispongono di risorse sufficienti a garantire il soddisfacimento dei bisogni fondamentali e il pieno diritto allo studio dei figli minori.
 

OBIETTIVI

  • intervenire temporaneamente a fronte di situazioni impreviste ed eccezionali che compromettono gravemente l'equilibrio socio-economico del nucleo o della persona sola normalmente autonoma;
  • garantire il pieno diritto allo studio in presenza di figli minori.
     

COME SI ATTUA

Sono interventi straordinari che vengono erogati una tantum a fronte di spese sostenute a da sostenere per:

  • ticket sanitari;
  • spese di prima necessità (luce, acqua, gas, ecc..);
  • rette scolastiche (mensa e trasporto).

La somma concedibile annualmente, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, è di EURO 774,69 da dividere in minimo due erogazioni. L’amministrazione Comunale determina i criteri, in relazione alla situazione economica e sociale, attraverso i quali viene definito l’importo dell’intervento.
 

COME SI RICHIEDE

E' necessario fissare un colloquio con l'assistente sociale per esporre la propria situazione, e fare la domanda redatta su apposito modulo disponibile presso l'Ufficio, nella quale il richiedente dichiara la propria situazione reddituale, ed allega la documentazione comprovante le spese per le quali viene richiesto il contributo.
L’Assistente Sociale con apposita relazione definisce l'idoneità alla fruizione del servizio previa verifica del possesso dei requisiti stabiliti dal regolamento e da un’apposita deliberazione.
 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • L.R. 55/1982
  • Regolamento comunale per la concessione di finanziamenti e benefici economici ad enti e soggetti privati per il servizio di assistenza domiciliare approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 15 del 07/03/1991.