Regione Veneto

La Fiera di San Valentino porta il Bussolengo Spritz

Pubblicato il 26 febbraio 2014 • Agricoltura

Il Bussolengo Spritz è il prodotto della fiera di San Valentino. Un nuovo drink ideato dal barman Carmine La Morte in occasione dell'incontro organizzato sabato alla residenza "Agnello d'oro" nell'ambito dell'iniziativa della "Terre del Custoza". Il progetto che è stato lanciato proprio durante la secolare fiera, vetrina celebre e di grande richiamo, rientra nell'ambito del programma di sviluppo rurale 2007-2013 promosso dalla Regione Veneto.

Questa iniziativa di sviluppo turistico-rurale dell'area compresa tra il Garda e Verona, del quale fa parte anche Bussolengo, ha l'obiettivo di incentivare l'immagine turistica e la conoscenza delle tipicità locali. Tra queste ci sono il kiwi e il vino Custoza che si produce pure a Bussolengo in quanto il territorio comunale rientra nell'area della doc. Nel Bussolengo Spritz il barman ha usato polpa di kiwi centrifugata, vino bianco Custoza, nella sua declinazione brut e una goccia di liquore al melone. Il risultato? Una bevanda fresca, piacevole, poco alcolica e adatta sia come aperitivo sia come ritemprante long drink.

Nel seminario dedicato al Custoza, condotto da Angelo Peretti, direttore del Consorzio di tutela del vino Custoza, oltre alle disquisizioni tecniche sull'uvaggio, quello del Custoza comprende le varietà autoctone della garganega, del trebbianello e della bianca Fernanda oltre a Malvasia, Riesling Italico, Pinot bianco, Chardonnay e Manzoni Bianco, sono state sperimentati abbinamenti tra questo vino e piatti tipici della fiera di san Valentino. Così si è scoperto che le trippe vanno a nozze con un il Custoza d'annata. Mentre il Custoza brut si sposa con cotechino e pearà. La versione passito del Custoza, oltre ad abbinarsi benissimo con biscotti e dolci secchi, dà il meglio di se anche con il cioccolato fondente.

Peretti, che è anche direttore del Consorzio di tutela del vino Bardolino, ha lanciato un'altra idea per uno spritz made in Bussolengo, che rientra nell'area di produzione del noto vino gardesano. Ha spiegato Peretti: “Sarà una bevanda che avrà come ingrediente l'altra coltura tipica di Bussolengo: la pesca. Questo che è il frutto estivo per eccellenza sarà proposto in abbinamento con il Chiaretto Bardolino brut. Studieremo un evento per lanciare questo nuovo Spritz in rosa bussolenghese. Lo faremo ancora con il re dei barman Carmine La Morte, autore del primo Spritz Bussolengo, con cui abbiamo brindato alla trecentotreesima fiera di san Valentino”.